dialoghi in corso

UN APPELLO DEL PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE LO SPECCHIO


VOGLIO SOSTENERE LO SPECCHIO MAGAZINE

Lo Specchio Magazine è qualcosa di completamente diverso da un MAGAZINE di informazione commerciale. È il risultato del lavoro di una comunità, scritta da volontari  con la loro competenza, conoscenza e amore per il territorio. Anche tu fai parte della nostra comunità. E ti invitiamo per chiederti di sostenere il nostro progetto “Lo Specchio Magazine”.

Insieme possiamo riuscire a mantenerla  libera. Possiamo riuscire a farlo vivere in modo che tutti possano usare le informazioni che contiene e far conoscere, in maniera approfondita e libera, il nostro territorio. Possiamo farla continuare a crescere, a farle diffondere informazione e cultura e a mantenerla aperta alla partecipazione di tutti.

.Per sostenere la nostra associazione e il nostro magazine abbiamo  lanciato  una campagna di crowdfunding, di raccolta fondi, per sostenere la nostra campagna di autofinanziamento.  I contributi vanno da un minimo di 1,00 euro a un massimo da socio sostenitore . A chi donerà 20,00 euro sarà consegnata la tessera socio 2015  e chi verserà  40,00 euro sarà offerto anche  un abbonamento al magazine.

Per donare vai sui siti www.associazionelospecchio.it e www.specchiomagazine.it o tramite  bonifico bancario

Vanni Semplici

Presidente Associazione Culturale Lo Specchio

 Donazione con bonifico bancario

ASSOCIAZIONE CULTURALE LO SPECCHIO

 IBAN: IT/06/H/08765/69110/000040115617

 

 


 

DONAZIONE CON CARTA DI CREDITO

Porto Recanati

UGUAGLIANZA

Dal diario di Emanuela

“Unità nella diversità” è il motto della Comunità Europea, dove “unità ” sta per aspirazione, di tanti popoli differenti, verso uguali diritti e sviluppo. E proprio la “diversità” è stato il leitmotiv dell’incontro tenutosi all’Istituto Comprensivo E. Medi “Under the same sky, open minds and equal rights for all” in occasione del programma Erasmus. Erasmo da Rotterdam, che ha ispirato il nome di questo grande progetto, aveva viaggiato in tutta Europa proprio per comprendere le differenti culture. Incontrarsi, conoscersi e accettare le differenze altrui è un atto di grande coraggio come ha spiegato il Prof. Bellei, uno dei relatori del talk show organizzato in collaborazione con l’Associazione Lo Specchio, ma anche l’unica via percorribile per vincere la diffidenza e la paura. Lo stesso professore aveva descritto la civiltà come un  racconto che si arricchisce di nuovi contenuti, parole e significati, ogni qualvolta le diverse culture vengono in contatto. Non si deve percepire il cambiamento come una minaccia ma come un arricchimento. Forse è questo il messaggio che i tre relatori hanno voluto dare alla vivace platea di alunni, parte attiva del talk show. Interessante l’alternarsi degli interventi tra la filosofia dell’integrazione e l’importanza delle parole, in un cammino di rispetto e accettazione anche tra i generi. La Prof.ssa Chiusaroli, docente di linguistica, ha evidenziato infatti come un certo uso delle parole, possa essere un chiaro segno di discriminazione. La storia, anche quella recente purtroppo, non ha lesinato  scontri di civiltà e incapacità di convivenza, come ha ricordato il Prof. Moroni. Le recenti guerre nell’ex Jugoslavia ne sono un esempio. A seminare morte e terrore tra la popolazione Bosniaca , prevalentemente musulmana, c’erano però, quella volta, i cristiani ortodossi. E’ fondamentale dunque superare i luoghi comuni, non generalizzare ma valutare le situazioni attraverso la propria conoscenza dei fatti. In una realtà come quella portorecanatese, dove decine di etnie vengono a contatto ogni giorno, l’incontrarsi e il conoscersi diventa fondamentale. La scuola riveste un ruolo importantissimo per abbattere i “ghetti” e favorire la conoscenza dell’altro ma, senza l’aiuto di tutta la comunità e delle istituzioni, rischia di vedere i propri sforzi vanificati. Bastano spesso dei piccoli segnali per passare dall’integrazione sbandierata sulla carta e sui social network a quella concreta di rispetto, di uguali diritti e doveri.

OSIMO

Festa del Patrono

La Città di Osimo festeggia il suo Patrono San Giuseppe da Copertino con le celebrazioni per il 350° anno del Transito. Per consultare il programma completo degli eventi visitare il sito

 

Recanati

Torna Memorabilia

Al via la settima edizione di Memorabilia che animerà la sede del Centro Culturale Fonti San Lorenzo nelle giornate di sabato 20 e domenica 21 settembre a partire dalle ore 17.30. Evento unico che darà spazio a musica, laboratori e occasioni di confronti il tutto amalgamato dai ricordi che legano il Centro, e Recanati, all'artista Oliviero De Quintajè.  

LORETO

Corrado Vidau con "Portfolio - Racconti e Reportages 1970-2013"

Sabato 20 presso la Sala Consiliare in Corso Boccalini, 32 alle ore 18 verrà presentato il volume di Corrado Vidau "Portfolio - Racconti e Reportages 1970-2013". All'evento interverranno Roberto Cirilli (Delegato Fiaf Regione Marche), Prof. Vincenzo Marzocchini, Moreno Pieroni (Assessore allo Sport) e il prof. Giuseppe Santarelli. Sempre sabato 20, ma presso la Sala Espositiva (ex anagrafe,) verrà inaugurata l'Antologica di fotografia aperta al pubblico tutti i giorni dalle 18 alle 20 (chiuso il lunedì); sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 20.

News

Integrazione tra medicina cinese e occidentale, la sfida dell’ambasciatore a Pechino

25.05.2015 20:31 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

MACERATA - Il convegno di Unimc organizzato nell'ambito di un progetto dell'Unione Europea

 

Allarme persone scomparse: 163 a Macerata, 500 nelle Marche

25.05.2015 20:29 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

Dalla bengalese di 15 anni Cameyi Mosammet alla vicenda del piccolo Sergio Isidori che a soli 5 anni e mezzo scomparve da Villa Potenza. Sono i dati forniti nella XI Relazione annuale a cura dell’ufficio del commissario straordinario del Governo

 

Copertura nuova palestra Lavori in dirittura d’arrivo

25.05.2015 19:56 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

SAN SEVERINO - La spesa di 225mila euro è stata finanziata dalla Regione

 

Frana al Colle dell’Infinito Il sindaco: “Non scoppia di salute, ha bisogno di essere consolidato”

25.05.2015 19:51 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

RECANATI - Francesco Fiordomo si appella al ministro Dario Franceschini perché servono 4milioni di euro per proteggere la collina che ispirò Giacomo Leopardi

 

Il rugby in rosa visita il centro medico Fisio Sport

25.05.2015 19:45 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

Il Cus Camerino ospite del direttore sanitario Tommaso Ferretti (ARTICOLO PROMOREDAZIONALE)

 

Spaccio di cocaina, condanne a oltre 28 anni

25.05.2015 19:19 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

IN AULA - Tre gli imputati che sono stati condannati oggi perché ritenuti, due di loro, essere parte di una associazione per delinquere dedita al commercio di droga

 

Annarita Pilotti designata al vertice dei calzaturieri italiani

25.05.2015 19:14 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

L’imprenditrice maceratese succederà a Cleto Sagripanti il cui mandato quadriennale di presidente di Assocalzaturifici scade tra pochi giorni

 

Kovar, operazione al ginocchio perfettamente riuscita

25.05.2015 19:03 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

VOLLEY - Lo schiacciatore della Lube sotto i ferri della "Villa Maria Cecilia Hospital" di Cotignola in provincia di Ravenna

 

M5S: “Cumulo di rifiuti dietro gli scogli” Poeta: “Non sanno di che parlano”

25.05.2015 18:43 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

CIVITANOVA - I grillini contestano la delibera che ha autorizzato i lavori nel camminamento che costeggia la ferrovia. L'assessore replica: "E' arenile prelevato vicino allo chalet La Contessa vagliato e trasportato lì dalla ditta incaricata della pulizia della spiaggia"

 

Malore al bar, viene soccorso ma aggredisce il 118

25.05.2015 18:41 by www.cronachemaceratesi.it via Cronache maceratesi (http://www.cronachemaceratesi.it/feed/)

CORRIDONIA - Tensione a San Claudio dove attorno alle 16 è stato richiesto l'intervento dell'ambulanza per un 44enne che aveva accusato dolori al petto. L'uomo ha dato poi in escandescenze. Sul posto anche i carabinieri

 

Osimo

Palazzo Campana

Il seicentesco Palazzo Campana, prospicente Piazza Dante, venne lasciato in eredità alla fine del XVII secolo dai nobili fratelli Campana alla Compagnia della Morte che vi istituì un collegio per la gioventù maschile. Il Cardinale Orazio Spada, giunto ad Osimo nel 1714 fece ingrandire il fabbricato acquisendo alcuni fabbricati vicini. Successivamente,negli anni che vanno dal 1734-1740,al collegio venne unito il seminario per volere del Cardinale Lanfredini. Leggi

Arch. Annalisa Appolloni

 

Porto Recanati

...stop al consumo di territorio

PORTO RECANATI – Iniziativa civica di un Architetto residente a Porto Recanati. L’arch. Giammarco Poeta  ha messo in evidenza come la realizzazione del nuovo polo commerciale vada a mettere a rischio l’estensione degli scavi dell’antica Potentia. L'Architetto è intervenuto presentando una serie di osservazioni al Piano di Lottizzazione Bivio Regina nel Comune di Porto Recanati nei termini dei 45 giorni ammessi dalla legge in seguito a pubblicazione Bur e che contestualmente la Provincia osserva con i 90 giorni a disposizione per la Verifica Assoggettabilità al V.I.A.. Il nuovo polo interesserebbe 7000 mq integralmente destinati alla grande distribuzione alimentare. Leggi 

Altri Centri commerciali o una filiera corta locale?

Osimo - Smuove e fa riflettere anche i cittadini osimani, con una coincidenza incredibile rispetto a ciò che ha interessato in questi giorni l’area archeologica porto recanatese Potentia, la questione che in queste ultime settimane si è focalizzata sul cantiere dell'ex Consorzio Agrario, con una parte della popolazione contraria alla costruzione di un ennesimo centro commerciale e ben 3.200 firme raccolte. Leggi

Una mostra può fare

Può una mostra fotografica cambiare il modo di vivere e interpretare l'Hotel House consolidatosi nel corso degli anni attraverso il racconto e l'immagine diffusa dai media e dalla cronaca? Può abbattere in un colpo solo quel muro invisibile che si erge alle soglie del civico n. 8 di via Salvo D’Acquisto fatto di paura, ignoranza e pregiudizio? Forse no, ma è un passo potente ed efficace che si affianca a quelli di chi la paura ha avuto la volontà di affrontarla, e ha vinto l'ignoranza e il pregiudizio con la conoscenza.Sto parlando della personale: "Hotel House: i micromondi di Christian Tasso in mostra", che si è tenuta nel pomeriggio di sabato 8 giugno nel cortile del condominio più famoso e controverso della nostra città. Christian è un giovane fotografo professionista di Macerata, specializzato in reportage su tematiche sociali e antropologiche, che ha trascorso quattro mesi all’Hotel House - nel primo ci ha anche vissuto - e ha fissato con il suo obiettivo spot visivi che trasmettono un'immagine inedita, e forse più vera, della realtà multietnica e multiculturale alla quale i circa tremila inquilini danno vita ogni giorno.  Leggi

 Il Blog di Eleonora Tiseni

 

i meravigliosamente speciali

BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES)

Si intende la valutazione fisiopsiconeurologica di uno scolaro compiuta dall’équipe specialistica e da  altre Figure che devono farsi carico del soggetto educante «speciale». Ciò affinché possa essere predisposta un’etica dell’inclusione. In questi ultimi decenni si è compreso che non è stata sufficiente la Commissione Senatoriale presieduta nel 1975 da Franca  Falcucci che ha  elaborato un documento definito di «alto valore umano». Le  successive Circolari Ministeriali e via via le varie leggi tra le  quali, ovviamente, la  Legge 104/92, riconoscono il diritto pieno e incondizionato di tutti gli alunni con disabilità all’inclusione scolastica che la Corte Costituzionale ha conferito  con la  sentenza  215/87. Leggi                                        

Sagunto, Italia 

di  Lino palanca          

Ieri sera sul tardi, mentre crollavano travolti dalla valanga a nome Grillo Beppe i pilastri della settantennale filosofia politica italiana, era della Repubblica, dallo schermo di un canale televisivo un senatore, investito di incarichi importanti nella passata legislatura, avviliva i telespettatori richiamandoli alla necessità di vedere il contesto, trarre insegnamento da quanto stava succedendo, impegnarsi per portare avanti un discorso nuovo (?). E dai responsabili del groviglio politico partorito dal voto escludeva naturalmente il proprio partito. Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur. Saggezza degli antichi, caustico realismo di Tito Livio: mentre tu chiacchieri, (dis)caro senatore, qui  tutto s’ingarbuglia, si confonde, si offusca. Forse lui, il senatore, non se ne rende conto, ma è questo che accade. E adesso succederà pure che l’esercito di saccenti imbonitori che abbiamo nelle tv ci verrà a dire che la colpa della situazione in cui ci troviamo è di tutti, che la responsabilità è collettiva. Anche mia, quindi. A me hanno imparato che la responsabilità diretta delle cose è di chi le fa. Chi le subisce, al massimo, è colpevole di aver affidato deleghe a degli incapaci, o peggio, ma è una vergogna inammissibile che debba portare la croce lui al posto di quelli.

Una seconda riflessione. Sui sondaggi. Prima si permette che ci sommergano di dati, speranze e paure per interi mesi, vedi quelli di Mentana sulla 7; poi li fanno tacere, ma è tutta un finta perché il Paese intero continua a conoscere quei dati; infine, arrivati al dunque, 9 ditte di castelli in aria su 10 danno dimostrazione di non averci letto quasi niente nella realtà vera degli italiani. Ma non si può farne a meno, di questi sondaggi?

Che, pure, qualche soldo ci costano. Come lo stipendio del senatore.


il diario di emanuela

Riuscite a immaginare cosa accade nella mente di un bambino che non comprende perché quelle maledette lettere e parole, non hanno per lui alcun senso? 

Che cosa avevano in comune Leonardo da Vinci, Raffaello, Einstein e Picasso oltre al fatto di essere stati dei geni nelle loro discipline e aver segnato inequivocabilmente la loro epoca e quelle a seguire?

Erano dislessici. Dislessia, una parola che molti di noi hanno già sentito e forse anche usato, ma quanti di noi ne conoscono realmente il significato? Quanti sanno cosa si nasconde dietro a quella che, per tanti, è solo la malattia di chi non riesce a leggere ? Tecnicamente la dislessia viene definita come un disturbo specifico dell’apprendimento che non interferisce nel funzionamento intellettivo generale di una persona e che si manifesta con una difficoltà nel comporre la parola scritta, nel calcolo o nella programmazione del gesto. Leggi

Dov'era l'uomo ad Auschwitz?
di Eleonora Tiseni

Ripensando ad un abominio così atroce e dai tratti disumani, viene naturale porsi una domanda: "Dov'era Dio ad Auschwitz?".

In questo articolo che ho trovato casualmente stamattina in rete, scritto in occasione della Giornata della memoria del 2009, Claudio Mapurgo spiega che i Maestri Ebrei insegnano che la domanda corretta è un'altra: "Dov'era l'uomo ad Auschwitz?".

Redazione

By Vannihost on 18/05/2015 15:47

All’alba del 24 maggio 1915, fra le 4 e le 6 del mattino, molti centri della costa marchigiana, tra cui anche Porto Recanati,  furono svegliati e colpiti dai cannoni della Marina Imperiale austro-ungarica.

      A distanza   di 100 anni da quel tragico giorno che segnò l’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, vogliamo invitare  le scuole, le amministrazioni, le associazioni culturali , i cittadini a salutare  l’arrivo dell’alba in riva al mare, a Porto Recanati,   domenica 24 maggio 2015. Ognuno potrà portare brevi letture, versi, memorie che serviranno non solo a ricordare il tragico passato della Grande Guerra, ma a trasformare l’Adriatico in un ponte di dialogo, comprensione, inclusione  tra le sponde mediterranee. Sulla spiaggia suoneranno e canteranno Gastone Pietrucci ed i musicisti del Gruppo di ricerca  e canto popolare “LA MACINA” con il loro concerto “ SPUNTA L’ALBA DEL VENTIQUATTRO MAGGIO”.

      Nel pomeriggio di domenica 24 maggio, il gruppo  di ricerca storico-artistica della Scuola media “San Vito”  (I.C. “Badaloni”) di Recanati proporrà un trekking storico sulle tracce della Grande Guerra che si snoderà in vari punti della città di Recanati.

     Molte le associazioni che hanno contribuito alla progettazione dell’iniziativa promossa dall’ANMIG (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra) di Recanati e dalla locale Scuola Media “San Vito”: l’Associazione culturale “Lo Specchio”; la Rete Regionale “Le Marche Fanno Storie”; l’Università di Istruzione Permanente  e il Comune di Recanati.

By Vannihost on 11/05/2015 16:17

Riceviamo dal Italia Nostra

La soddisfazione è l’elemento che ha caratterizzato i commenti dei numerosi presenti all’incontro organizzato dalle Associazioni Ambientaliste Marchigiane con i candidati a presidente della regione Marche, presso la Libreria Canonici di Ancona.

Dei cinque candidati invitati, erano presenti Edoardo Mentrasti di Altre Marche e Gianni Maggi del Movimento 5 Stelle. Erano assenti Spacca (per la lista Spacca) per impegni nel Pesarese mentre il candidato del PD-Ceriscioli è stato dichiarato “desaparecidos” non avendo fatto pervenire alcuna comunicazione. Assente  giustificato il candidato Acquaroli (FdI-Lega).

By Vannihost on 04/05/2015 09:28

di Emanuela Cocchia

C’erano una volta il 25 aprile e il 1 maggio. C’era una volta la memoria di terre intrise di sangue al grido di libertà, di fosse comuni, di impegni e intenti univoci, nonostante le distanze politiche. C’erano “Lupo”, “Folgore”, “Spaccamontagna” e “Mimma”.  C’erano i barconi della speranza carichi di italiani, le lacrime, le

valigie di cartone e i  cartelli affissi nei locali pubblici “interditauxchiens et auxitaliens”. Ma si sa, noi italiani abbiamo la memoria corta. C’erano i sindacati che non sedevano ai tavoli di concertazione solo per fare i notai e  ratificare le scelte dei padroni. C’era “l’Italia, una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”.

By Vannihost on 01/05/2015 09:32


La Regione Marche non sarà presente all’edizione 2015 del Salone internazionale del Libro di Torino che verrà inaugurato nei prossimi giorni dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Una decisione tenuta nascosta a tutti gli operatori marchigiani del settore e giustificata, secondo quanto trapela dagli uffici di Palazzo Raffaello, con motivazioni che sono semplicemente ridicole e imbarazzanti (la prossimità delle elezioni regionali), specialmente se si tiene conto nelle innumerevoli iniziative e manifestazioni a carattere nazionale, che nei primi mesi del 2015 hanno visto la Regione parteciparvi in maniera massiccia.

By Vannihost on 27/04/2015 08:35

nota - Noi per Porto Recanati

Lunedì 27 Aprile, il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha annunciato una visita nelle Marche includendo nel suo giro una fermata all’Hotel House di Porto Recanati.

L’Amministrazione Comunaleè fortemente contraria alla speculazione politica che si sta attuando a scapito di quasi 1800 persone regolarmente residenti nel condominio Portorecanatese.

La dignità delle persone non può essere utilizzata come slogan politico per accaparrarsi voti alle prossime regionali, soprattutto quando la Lega si allea con un partito la cui candidata ha assistito immobile per due mandati al degrado della struttura.

La visita fugace di Salvini non può minimamente sostituire la vicinanza costante che l’Amministrazione Comunale sta effettuando attraverso le iniziative portate avanti in quasi un anno di lavoro: l’apertura di uno sportello Ups, la pulizia e la manutenzione degli spazi, il ripristino della legalità attraverso le pratiche per la nomina di un amministratore giudiziario.

 

By Vannihost on 21/04/2015 09:24

LO SPECCHIO LANCIA LA CAMPAGNA SOCI 2015

La cultura è un gioco di squadra e, per rafforzare la sua, l’associazione culturale «Lo Specchio» lancia la campagna soci per l’anno 2015 con un happening che unisce parole, musica, e buon cibo. L’appuntamento è per domenica 26 aprile a Porto Recanati, presso la palestra Diaz in Corso Matteotti, a partire dalle 16.30.
By Vannihost on 16/04/2015 14:54

Grazie al Programma Erasmus+ KA1, l’Istituto Comprensivo “E. Medi” di Porto Recanati ha avuto l’opportunità  di usufruire di un’occasione di crescita professionale e culturale di respiro internazionale. Nella fattispecie il progetto, che è stato approvato nell’estate scorsa da un’apposita commissione europea, ha consentito ad alcuni operatori della scuola di prendere parte ad un’esperienza di job shadowing svolta in un Paese dell’Unione Europea.

By Vannihost on 09/04/2015 15:32
Tratto dal Blog L'argano di Porto Recanati 

Gli assessori Dezi, Fiaschetti e Canaletti, nelle prime ore del pomeriggio hanno rimesso le loro deleghe nelle mani del Sindaco. Insieme a loro hanno fatto la stessa cosa Gaetano Agostinacchio (da neo Presidente della Farmacia) e Alessandro Palestrini (da consigliere e membro del CDA) Mentre tutto il paese si aspettava che le dimissioni o la rottura definitiva potesse nascere da UPP e dal suo leader Lorenzo Riccetti, gli assessori più vicini in questi giorni al Sindaco Montali hanno anticipato tutti e hanno firmato la lettera con le quali consegnano le loro deleghe in mano al Sindaco Montali. A loro modo di vedere gli attacchi perpetrati nelle ultime ore nei confronti di Gaetano Agostinacchio dal PSI e da UPP (che si fondavano sulla mancata applicazione del principio di meritocrazia) sono inaccettabili Il cerino acceso, rimane ora in mano a quelli di Upp. Ma la notizia del giorno è che 10 mesi dopo l'insediamento della Giunta il progetto di Noi Per Porto Recanati si può dichiarare mestamente fallito.

By Vannihost on 08/04/2015 09:31

ARRIVANO I «BAROLO BOYS» DI SLOW FOOD

E’ all’insegna del connubio tra cultura ed enogastronomia di alta qualità la nuova collaborazione che vede coinvolta l’associazione «Lo Specchio» con Slow Food Loreto Valmusone e Slow Food Castelli di Jesi. Il Circolo di lettura e conversazione di Recanati ospiterà, infatti, sabato 11 e domenica 12 aprile, alle ore 17, una due giorni dedicata al Barolo, eccellenza della viticoltura italiana: tanto è stato l’entusiasmo dei suoi appassionati, che si è reso necessario “bissare” l’evento. In apertura, sarà proiettato il film-documentario «Barolo boys», ideato e realizzato da Tiziano Gaia e Paolo Casalis, sulla storia di un gruppo di giovani rivoluzionari del settore - tra cui Elio Altare, Chiara Boschis, Giorgio Rivetti, Roberto Voerzio e l’importatore americano Marc De Grazia - che, tra la fine degli anni Ottanta e la metà degli anni Novanta, ebbero il sogno di «fare il Barolo più buono del mondo» e hanno cercato di trasformare il modo di produrlo e comunicarlo.
By Vannihost on 01/04/2015 08:25

Se ogni persona che legge questo messaggio donasse 5 euro, potremo  raccogliere fondi sufficienti  in un giorno solo . Non tutti possono dare un contributo ma crediamo che tra i nostri lettori e  amici riusciremo a convincere un numero  sufficiente di persone per poter  garantire che la nostra associazione possa agire in piena libertà, abbiamo  lavorato sodo per mantenerla essenziale e agile, capace  di trattare problematiche di ieri e di oggi, della gente del nostro territorio e di quel che in esso accade. E cerca di farlo in modo concreto, occupandosi dei fatti e delle questioni con un approccio sempre legato alla realtà, all'ambiente, alle dinamiche sociali del circondario. Ci crediamo e ci stiamo riuscendo.

Quest'anno, ti prego di prendere in considerazione l'idea di donare 5, 20, 50 euro o quello che puoi, per proteggere e sostenere l’associazione culturale lo specchio e lo specchio magazine.

Grazie,

Vanni Semplici

territorio

 
 


Recanati Unplugged - mercoledì 16 luglio 2014 ore 21.30

Circolo Culturale Lo Specchio/Circolo di Lettura e Conversazione, via Cesare Battisti, 26 Recanati

10491206_10202320151868701_3967324274684405637_n

talk show

DIARIO DI UNA GIORNATA A SCUOLA 31-05-14

di Emanuela Cocchia

“Non lo faccio più” è il titolo del talk show promosso, nella giornata del 31maggio, dall’associazione Lo Specchio e l’Istituto comprensivo E. Medi, sul tema della violenza sulle donne e dei rapporti che intercorrono tra i due sessi. Quattro parole che risuonano come una delle  tante promesse non mantenute nella nostra società. La scuola e la cultura sono forse quelle che hanno pagato di più il prezzo delle promesse cadute nel vuoto, ed è per questo che, iniziative come quella dell’associazione culturale “Lo Specchio”, assumono una grande rilevanza. Ho assistito a questa manifestazione con gli occhi privilegiati di una mamma e una cittadina che non ha potuto non cogliere, nelle due ore dell’iniziativa, quegli aspetti discordanti della nostra società. I ragazzi delle terze medie, si sono confrontati con un tema complesso, duro, spesso difficile da comprendere. Leggi

 


"Niente cultura vuol dire niente sviluppo e tanta corruzione"

 


Uno studio tedesco rileva come su 125 Paesi esista  una netta correlazione tra livelli di corruzione e mancanza di chiare politiche culturali. Gli illuministi avevano ragione: efficienza istituzionale, benessere sociale e libertà economica dipendono dalla capacità di investire con lungimiranza in capitale cognitivo. Si ritiene che non si possa essere smentiti nell’affermare che occorre una vera rivoluzione copernicana nel rapporto tra sviluppo di un territorio  e la cultura. Dobbiamo smettere di considerare i beni culturali vecchie testimonianze,  ingombranti, beni improduttivi da rimuovere, ma invece abbiamo l’obbligo di farli tornare a essere determinanti per il consolidamento di una sfera pubblica democratica, per la crescita reale e per la rinascita economica del territorio. Leggi

 

MARCHE, UN TERRITORIO DA DIFENDERE

Come dimostra il disastroso evento alluvionale che ha sommerso ampie zone urbane di Senigallia nei giorni scorsi, con la scia di morte e distruzione che si lascia alle spalle, anche nelle Marche si presenta l’urgente necessità di programmare e... Leggi

Territorio

COMUNICATO STAMPA

COSA ACCADE NELLE CAVE DELLA GOLA DELLA ROSSA?

Secondo diverse testimonianze, che si basano su rilievi de visu e fotografici, sarebbe in corso un ulteriore ampliamento delle aree di escavazione alla cava della Gola della Rossa.   Leggi

la grande bellezza - italia nostra

INTERVENTO ALLA CONFERENZA DEL 1 FEBBRAIO 2014 A PORTO RECANATI

del  Dr. Maurizio Sebastiani

In primo luogo ringrazio coloro che hanno organizzato l’incontro e Voi tutti che siete presenti. L’associazione Italia Nostra Onlus che rappresento ha, come obiettivo, quello di aiutare le Istituzioni Pubbliche a tutelare i beni culturali ed ambientali e il paesaggio, come previsto dall’art. 9 della Costituzione della Repubblica Italiana. E la tutela dell’ambiente coincide molto spesso anche con tutela della Salute prevista dall’art. 32 della Costituzione.

Tutelare questi beni comuni non significa dire sempre no ad ogni progetto bensì richiedere che essi, ove considerati utili per l’interesse pubblico o sociale, trovino realizzazione dove sono compatibili, ad esempio i pannelli solari sopra i tetti dei capannoni e delle nuove case e non nei terreni agricoli o nei centri storici, le pale eoliche al di fuori delle aree che hanno valore paesaggistico e così via. Le associazioni ambientaliste non dicono solo dei “no” ma sono capaci di avanzare proposte, esempio la proposta di legge regionale ad iniziativa popolare, firmata da 8714 cittadini marchigiani, per un nuovo utilizzo del territorio. Obiettivo lo stop al consumo di suolo ed il recupero del patrimonio abitativo degradato o inutilizzato così come delle aree industriali abbandonate. La proposta di legge è stata promossa dal Forum Paesaggio Marche del quale fa parte anche Italia Nostra Onlus Marche. Leggi

Il Diario di Manuela

Foto al Babele Hotel

Non sono un’esperta di fotografia e me ne dispiace. Si, perché Seck, Adnan, Nazmu, Fahima, Asim, Naven, Yasin, Umar, Abdou, Jilani, Sajjad, Zib, Waheed, Didar e Samina, meriterebbero più di un banale “bellissime” per raccontare le loro foto. La mostra fotografica allestita all’Hotel House è stato un viaggio emozionante attraverso gli occhi di 15 ragazzi che, immortalando scorci di Portorecanati, hanno voluto rappresentare il loro presente e il loro anelito verso il futuro. Nella maggior parte delle foto era rappresentato il mare, non solo come elemento inevitabile in un paese costiero come il nostro, ma quasi come l’unico confine tangibile con le loro terre. Il mare a cui affidare le proprie speranze e i propri sogni. Commoventi, quasi un pugno al cuore, i brevi pensieri dei ragazzi che accompagnavano le foto. Leggi

Lo spettacolo profano e il reale sacro

di Aurora Foglia

La luce fioca e tremante delle candele, il rumore delle catene trascinate per le vie, uomini incappucciati dalle pesanti vesti nere. E poi le statue, legno lucido e cartapesta. Maddalena, Elisabetta, e poi Lei. L’altra Mamma. Vista dagli occhi della bambina che ero, la processione del Venerdì Santo faceva davvero paura. O, semplicemente, si rivelava nella sua efficace drammaticità. Da adulta, l’incanto mistico è sparito, credo ormai di essere viziata dalla razionalità scelta per mestiere; rimangono il rispetto per chi dedica il proprio tempo a portare in scena uno spettacolo che segue lo stesso copione da più di 2000 anni, e l’ammirazione per il pubblico che lo segue, in un silenzio interrotto solo dalla preghiera. Leggi


Toh!  … e questo qui?

di Lino Palanca

Fedele al suo stile negli appuntamenti con la storia, il vaticanismo italiano, e non solo, ha fatto flop anche con il nuovo papa. Non è che sbagli sempre, ma la percentuale dei bersagli centrati è tragicamente bassa.

Dunque, Jorge Mario Bergoglio, bisnipote di un artigiano piemontese, è il nuovo pontefice. Né Scola, né il cardinale di San Paolo del Brasile né quello austriaco, né quello canadese, né il cardinale-frate statunitense, né il filippino o il nigeriano … Nessuno di tutti gli zucchetti rossi chiamati in causa dalle firme importanti dei nostri giornali (che l’hanno saputo da fonti ben informate, cioè dall’amico dell’amico del cugino del cardinale protodiacono o dal fornitore di fiammiferi della cugina del maestro delle cerimonie pontificie), nessuno di quegli zucchetti, dunque, ha cambiato colore. È diventato bianco quello del primate argentino, più volte in questi giorni sbrigativamente liquidato da una graziosa telegiornalista come candidato già bocciato nel precedente conclave, quindi ormai fuori gioco.

Niente paura, però. Giammai è spento l’italo ardore nel mondo dell’informazione nazionale. Venuto meno un soggetto di speculazione, se ne crea un altro, che problema c’è? Adesso gli articoli di fondo e i trafiletti danzano intorno alle intenzioni di Francesco I e alle nomine che dovrà fare nel governo della chiesa. C’è chi conosce già il nome del segretario di stato; certamente il cardinal X dirigerà la congregazione dell’evangelizzazione dei popoli e a Y toccherà la direzione della sacra congregazione della fede; il tal altro porporato, poi, riceverà l’incarico di chiudere gli sportelli dello Ior. E giù ammiccamenti e sorrisetti condiscendenti di chi sa come vanno le cose, e ancora nomi e previsioni e strologamenti. Mica ne possiamo più. Continua

Text/HTML

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 






La fotografa Federica De Stefani 



 

il magazine

SPECCHIO MAGAZINE N11


Sfoglia tutto il mondo dello Specchio Magazine in digitale. ... su tutti i dispositivi.

 

Rubriche

OLTRECONFINE

 Vado, prendo l'America e non torno...per adesso!

A volte è la crisi a spingere i giovani all’estero ma a volte è la voglia di mettersi in gioco, di cercare una propria strada.

E’ il caso di Claudia Cattoglio, classe 1980, nata a Civitanova Marche, dal sangue cremasco, laureata a pieni voti in Biotecnologie Mediche presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Dopo aver conseguito un dottorato internazionale presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano in collaborazione con la Open University britannica, è attualmente ricercatrice presso l’Università di Berkeley, presso il CIRM (California Institute of Regenerative Medicine). Leggi

LE ALI DEL MUSONE

I GRUCCIONI

Ai miei occhi, ogni forma di vita selvatica è meravigliosa, ma, spiegare a parole la bellezza esotica di questo uccello, per me è sempre molto difficile, perché, per quanto io mi impegni, mi accorgo ogni volta di non aver reso appieno quanto questo animale sia meraviglioso e quanto la natura, attraverso lui, abbia da insegnarci. La loro migrazione che li porta da noi suscita in me una ammirazione sempre più profonda, unita all'emozione di chi vede rinnovarsi anno dopo anno lo spettacolo della vita messo in scena nel palcoscenico della natura. Leggi

I MERAVIGLIOSAMENTE SPECIALI

Il mondo del lavoro nell’esperienza di 6 ragazzi molto speciali

Da lunedì 17 febbraio in seconda serata, Rai3 trasmetterà la docu-fiction in sei puntate Hotel 6 Stelle, prodotta da Rai3 e Magnolia in collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down (AIPD) e con il patrocinio del Segretariato Sociale Rai.

Il programma, ispirato alla trasmissione svedese Service with a smile e adattato per l’Italia da Claudio Canepari, racconta l’esperienza lavorativa di 6 ragazzi con sindrome di Down, impegnati in un tirocinio formativo in un grande hotel della Capitale.

Per la prima volta in Italia la televisione affronta il tema della disabilità con l’obiettivo di mostrare un’autentica possibilità d’integrazione lavorativa.

Tre ragazze e tre ragazzi, con un'età compresa fra i 19 e i 31 anni, per sei settimane collaboreranno con il personale dell'albergo nello svolgimento delle mansioni quotidiane, in un vero e proprio percorso formativo: Nicolas alla reception, Martina cameriera ai piani, Benedetta e Livia cameriere di sala, Emanuele in cucina come aiuto cuoco ed Edoardo alla manutenzione.

Inoltre, durante il tirocinio formativo, le lezioni d’inglese di John Peter Sloan prepareranno i nostri ragazzi ad affrontare con il sorriso lo studio di una lingua straniera per migliorare il rapporto con i clienti. Non mancheranno poi alcune visite inaspettate, che regaleranno piacevoli emozioni.

‪#‎hotel6stelle

«Because who is perfect?»

per i Meraviglisamente speciali

Pro Infirmis

1

  

Promozione

SUPPORTA "LO SPECCHIO MAGAZINE"

fai una donazione all'Associazione Culturale Lo Specchio

Voglio sostenere Lo Specchio Magazine :

DONA ADESSO


È possibile donare all'Associazione Culturale Lo Specchio tramite Pay Pal, carta di credito, bonifico bancario

I tuoi dati verranno trattati in conformità alla normativa sulla privacy.

 

Banners

Banners

Banners

disclaimer

Termini e condizioni d’utilizzo

L’accesso e la navigazione sul Sito, da parte dei singoli utenti, sono gratuiti e subordinati alla accettazione dei termini e delle condizioni qui elencati.

Banners

Progetto SPECCHIOMAGAZINE.IT

L’obiettivo del nuovo magazine on line “specchiomagazine.it”  è di aggregare intorno al “progetto”  il più alto numero di autori del nostro territorio, ognuno autorevole su argomenti specifici, e avere ogni giorno la loro valutazione su fatti di attualità. Una realtà aumentata dell’informazione locale per produrre “informazioni partecipate” sui fatti del giorno.  Ogni autore può far parte di questa libera comunità.

Specchiomagazine.it dà a ogni autore una importante visibilità on line. Gli autori dispongono di una loro area con tutti gli articoli e i video pubblicati e la loro presenza sui più importanti social media come YouTube, Twitter e Facebook. La gestione dei contributi degli autori è a carico completo della redazione di Specchiomagazine.it.

Specchiomagazine.it dà la possibilità ad ogni lettore di poter contattare direttamente l’autore. L’obiettivo di Specchiomagazine.it è la creazione di una “piazza virtuale”,  on line, di incontro tra autori e lettori, tra informazione e approfondimento. Una libera comunità di autori che dispone, già oggi, al suo lancio più di trenta firme autorevoli. 

proponi il tuo blog